Criteri di verifica e di valutazione Scuola Primaria


Nella scuola primaria la valutazione periodica e annuale degli apprendimenti degli alunni è espressa in decimi ed illustrata sul documento di valutazione con giudizio analitico sulla globale maturazione raggiunta dall’alunno.

A discrezione di ogni insegnante si svolgono attività di verifica (questionari, testi, schede, esercizi appropriati) finalizzate a stabilire il raggiungimento degli obiettivi programmati e la qualità degli apprendimenti conseguiti da ciascun alunno; in tal modo sarà possibile individuare eventuali difficoltà e predisporre idonei interventi di consolidamento e recupero.

 

Ogni anno scolastico vengono somministrate agli alunni della classe seconda e quinta le PROVE INVALSI, fornite dal Servizio Nazionale di valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e Formazione.
L’INVALSI prevede quindi delle verifiche sistematiche sulle competenze degli studenti.

L’anno scolastico è suddiviso in due quadrimestri. Ogni quadrimestre avrà due Consigli di Interclasse di soli docenti per la valutazione degli apprendimenti degli alunni.

 

Nel corso dell’anno scolastico potranno essere indette dalle insegnanti di classe, assemblee con i genitori o colloqui individuali.

Le famiglie che necessitano di avere un colloquio con le insegnanti di classe possono chiedere appuntamento tramite diario.